Celebrare la Divina Liturgia come una famiglia

4. agosto 2021

padre sergio nezhbort liturgia

La Divina Liturgia è una benedizione condivisa. Noi celebriamo la Liturgia così come viviamo la nostra vita. Quando non siamo estranei agli altri, quando possiamo vedere le difficoltà e i dolori della vita, le persone accanto a noi alla Liturgia diventano la nostra famiglia. Possiamo trattarli come nostri fratelli e sorelle - anche quando non conosciamo tutti per nome. Non importa se cantiamo, o leggiamo, o preghiamo sull'altare o semplicemente stiamo in chiesa, la Liturgia diventa una celebrazione comune per tutti noi. Questo è il modo per noi di stare insieme nel Signore. A volte non ci sentiamo uniti con la nostra famiglia della chiesa e questo è un'occasione per interrogarci. Questo è perché la lettura è indistinta e il canto è povero? O questo ci sembra perché non abbiamo abbastanza vita dentro di noi? Con la vita, il canto sarà brillante e la lettura sarà bella, e il Vangelo raggiungerà i nostri cuori.  

Dovremmo tutti tenere il fuoco della vita dentro di noi e non lasciarlo spegnere. Uno scintillio di questo fuoco è presente in ognuno di noi, dobbiamo solo lasciarlo crescere. L'oscurità può essere presente nelle nostre anime, ma se ci apriamo a Dio e lasciamo che la Grazia entri in noi, ci sarà luce, e noi sbocceremo. Forse ci siamo abituati alle tenebre, ma dobbiamo sfidare la nostra immaginazione: una ricchezza di bellezza si nasconde in noi stessi, dobbiamo solo fidarci della nostra capacità e del nostro potenziale. Dovremmo tutti accettare questo atteggiamento.   

Che il Signore vi aiuti tutti.  

Padre Sergio Nezhbort

Visualizzazioni: 234
Ratings: 5/5
Votes: 1
Scopri di più
Comment