Dobbiamo imparare a dire "No" al peccato

20. luglio 2021

Arciprete Andrea Lemeshonok

Se iniziamo a dubitare, abbiamo già perso. Quando una persona cancella un peccato e dice: "No, qualunque cosa accada, finché sono vivo, non ho intenzione di fare questo", allora il peccato va via.

Mi ricordo cosa è successo quando ho iniziato ad andare in chiesa. C'erano momenti in cui stavo in piedi durante il servizio, tutto coperto di sudore, stordito, pensando che stavo per cadere. Ma quando ho detto: “Anche se cado, cado dentro la chiesa. Non vado da nessuna parte, resto!”, Ad un tratto ho ritrovato pace e forza, anche se un attimo prima avevo quasi perso conoscenza. Questa è una prova della tua fiduccia in Dio. Perché se dici: “Questo è tutto! Non posso più farlo! Fa caldo, non riesco a respirare, ho bisogno di aria fresca!", Si perde. Nella vita sperimentiamo molte perdite simili: non essere in grado di gestire o fare qualcosa, dispiacersi per te stesso.

"Chi è fedele nelle cose minime è fedele anche nelle cose grandi" (Luca 16:10). Quando le persone giustificano le proprie azioni e lasciano Dio, incolpando le loro infermità, circostanze, persone vicine, non imparano nulla. Una persona del genere si abitua a perdere. Ma Cristo, il nostro Dio - Lui è ΝIKA (dal greco - vince), Lui è la vittoria. Se siamo con Dio, diciamo: "Io posso fare ogni cosa in colui che mi fortifica" (Filippesi 4:13).

Ma se vai in qualunque direzione soffia il vento, ovunque la vita sia più facile, ti stai scavando una buca e ci stai abituando. Questo buco è buio, non c'è niente tranne il tuo ego, autocommiserazione, lamentele, tristezza ... È tempo di uscirne nella luce e seguire lo stretto sentiero di Cristo che conduce al Regno di Dio.

La confessione è la battaglia con il tuo vecchio Io che è abituato a stare in quel buco. Questo è ciò che pensa quel vecchio Io: : "E se esco e sarà peggio? E se fosse meglio dentro il buco?" È così che le persone mentono a se stesse e finisce il tempo per acquisire abilità per la vita eterna e imparare a vivere con Dio. Le loro anime non si abituano a vivere con amore e lottare per la libertà. Quelle anime seguono obbedientemente la loro "carne e sangue", che ovviamente non ereditano il Regno di Dio.

Signore, aiutaci a cambiare le nostre vite!

Arciprete Andrea Lemeshonok

Views: 93
Ratings: 5/5
Votes: 1
Scopri di più
Comment